Andrea Anonimo
UN CANTASTORIE E' COME UN ALBERO, L'ESPRESSIONE DEL CREATO IN GRADO DI UNIRE CIELO E TERRA CON LA FORZA DELLE SUE RADICI, LA NATIRALE ARMONIA DEI SUOI RAMI E LA GRAZIA DELLE SUE FOGLIE.

Biografia

Valerio Mottola nasce a Napoli il 24 dicembre 1963, città nella quale ormai adolescente decide di intraprendere gli studi classici al Liceo Sannazzaro, conseguendo negli anni successivi la laurea in Architettura. Figlio di Adriano Mottola e di Vittoria Cigliano, appartiene per nascita a una delle famiglie che hanno portato nel mondo e con onore il decoro della canzone napoletana: da parte di madre è infatti nipote del Maestro Fausto Cigliano; e proprio in virtù di questa celebre discendenza, Valerio Mottola preferisce essere a tutti noto come il cantastorie napoletano Andrea Anonimo: il senso di questa scelta è il desiderio di essere apprezzato per la sua propria sostanza e capacità, e non per "estensione" della notorietà e bravura di uno dei più grandi interpreti della canzone napoletana.

La prima performance in pubblico, In qualità di cantastorie napoletano Andrea Anonimo, risale al 10 ottobre 1992, accettando di curare artisticamente il congresso nazionale dell'Associazione Italiana del Telefono Amico, data che coincide anche con la sua prima esperienza di interprete di canzoni e poesie napoletane. Negli anni successivi si dedicati allo studio e al perfezionamento della tecnica del canto e dell'esecuzione chitarristica insieme al M° Guido Matacena, periodo che lo vede esibirisi in numerose sedi private, principalmente feste e cerimonie commissionate a Napoli.

L'accorata popolarità  raggiunta gli fa ricevere nell'Aprile del 1997, l'incarico di interpretare 10 canzoni napoletane i cui testi erano stati tradotti in lingua Esperanto: la Federazione Esperantista Italiana necessitava infatti di un interlocutore che traducesse i testi di alcune famose canzoni napoletane in esperanto per consentire a tutti i popoli in grado di comprendere la nuova lingua, di apprezzare non solo le melodie delle canzoni, ma anche il significato delle stesse. Nasce cosଠla partecipazione del cantastorie allo spettacolo "Arta Vespero", a Napoli il 25 agosto 1997 presso il Teatro Leopardi, in occasione del 66° Congresso Nazionale di Esperanto. Un successo artistico confermato anche presso la sede Gruppo Esperantista Napoletano "Harmonio kaj Progreso", in occasione di un forum internazionale di letteratura.

Queste esperienze costruttive favorirono l'ideazione e la realizzazione di una raccolta discografica dell materiale tradotto e interpretato fino a quel momento: nel 1998 viene prodotta da Intelsoft e pubblicata la raccolta di canzoni napoletane tradotte in esperanto "Sub la Napola suno, amitinero tra la napola kanzono", (Sott'o sole "e Napule, itinerario nella canzone napoletana) la cui distribuzione avviene attraverso la rete di associazioni esperantiste di tutto il mondo.
Lo stesso anno, durante il periodo estivo, si ripete la collaborazione con il 67 Congresso Italiano di Esperanto, a Frascati dal 22 al 26 agosto.

Nel febbraio del 1998 e 1999, Andrea Anonimo si esibisce alle due Feste dell'Amicizia, presso i ristoranti "Ciro a S.Brigida" e "Rosati" a Napoli. Ad aprile 1999 risale la partecipazione al Festival della Gioventù Esperantista, a Lignano Sabbiadoro, con un recital di melodie di Napoli in esperanto e in vernacolo originale. Nell'estate dello stesso anno fa due spettacoli all'interno della rassegna "Salone della dieta mediterranea" ad Agropoli e contemporaneamente, per la rassegna "Estate al Castello", si esibiva presso il Castello medievale di Agropoli, cornice nella quale meglio figurava lo spettacolo ideato e interpretato da lui stesso che ha per titolo "Sott'o Sole "e Napule", la tragicomica storia d'amore fra due ragazzi napoletani raccontata attraverso le canzoni napoletane dal 1200 fino ai giorni nostri, passando fra i variopinti filoni che caratterizzano la canzone partenopea, ovvero la canzone d'amore, quella " classica ", la canzone a dispetto, quella satirica, ironica, la macchietta e la canzone moderna, attingendo soprattutto dal repertorio di Roberto Murolo, Sergio Bruni, Renato Carosone, Nino Taranto e Fausto Cigliano. Proprio questa ampio ventaglio degli umori che caratterizzano lo spettacolo del cantastorie lo rendono molto richiesto per manifestazioni culturali che tendono a sottolineare e magnificare la cultura e le tradizioni della migliore napoletanità.

Fra le tante manifestazioni culturali alle quali il cantastorie ha prestato la sua voce, ne citiamo alcune di particolare rilievo:

  • Chiusura dell'anno accademico 2000-2001e 2001-2002 dell' "Accademia Pirrone", a Napoli.
  • Nascita della Associazione " Insieme ", presente a Napoli, al Vomero;
  • Mostra " Maestri di pace " organizzata dalla Soka Gakkai Italiana, ad Eboli, nel 2001, presso il convento di S. Francesco, e a Palinuro nella primavera 2002;
  • Mostre di pittori contemporanei napoletani in collaborazione con la "Fondazione Amelio" di Napoli.

Nel 2000 Andrea Anonimo partecipazione per tre mesi al programma televisivo "A casa di Sisà" in qualità di cantastorie-ospite, in onda sull'emittente televisiva Telelibera 63 di Napoli.

Nel 2005 entra nel cast dell'agenzia napoletana Musichotels di Napoli, guidata dal Maestro Lello Pugliese, con la quale si esibisce nella Sala Caruso dell'Hotel Vesuvio, all'Hotel Santa Lucia, all'Hotel Ambassador e in molte Ville di Napoli, teatro di numerose cerimonie ed eventi musicali legati alla canzone napoletana. Spicca fra i tanti eventi il Capodanno 2007, trascorso per ingaggio mediato dall'agenzia di Lello Pugliese a casa Carosone. alla presenza dei parenti del famoso autore napoletano e dei suoi ospiti internazionali.

Nel dicembre 2005, Isabel Parra, figlia di Violeta Parra che fu autrice della famosa canzone dal titolo "Gracias a la vida", giunge a Napoli alloggiando in incognito presso un caro amico del cantastorie Andrea Anonimo che la ospita durante il suo primo soggiorno a Napoli: la cantautrice è a Napoli per trarre ispirazione dalla famosa città in vista dell'incisione del suo nuovo album, e proprio in questa occasione viene invitato per farle ascoltare i classici della canzone napoletana.
Nella primavera del 2006 partecipa alla manifestazione di inaugurazione, al termine del restauro, del punto di ristoro del complesso ospedaliero "Ospedale Cardarelli"; di Napoli alla presenza di emittenti televisive e giornalisti locali.

Qualche mese dopo, in prossimità dell'estate, il racconto cantato "Sott'o sole 'e Napule" fu eseguito per gli ospiti dell'Humaniter di Napoli.
Nell'estate 2006 Andrea Anonimo si esibisce per due eventi nel comune di Torchiara, in seno alla manifestazione "Solstizio d'estate", partecipazione ripetuta nel 2007, e, nello stesso anno, partecipa con due serate alla manifestazione indetta dal comune di Altavilla Silentina per il mese di agosto. A Dicembre dello stesso anno partecipa agli eventi per il natale del comune di Albanella con tre serate in piazza.
Dal 2006 al 2009 è ospite fisso nei due giorni della manifestazione enogastronomica di Controne (SA), in occasione della quale ogni anno, per volere del sindaco, Andrea Anonimo è chiamato a deliziare gli ospiti con il repertorio classico napoletano fornendo anche un accompagnamento musicale chitarra e voce ai vari ospiti d'onore che la sagra ogni anno annovera: nel 2007 fu la volta del Prefetto di Salerno Dott. Meoli, che in due occasioni chiese la sua partecipazione per la festa per la celebrazione della repubblica italiana tenutasi presso la Caserma Guide a Salerno.

Durante i periodi estivi il cantastorie Andrea Anonimo partecipa all'animazione di eventi in villaggi turistici a cinque stelle presso gli anfiteatri delle strutture con il suo spettacolo "Sott'o sole "e Napule", intrattenendo ogni settimana per due ore i turisti con il repertorio della canzone classica napoletana eseguito con chitarra e voce. Fra questi spiccano: Oleandri Resort di Paestum, Oasis villaggio di Capaccio, la Sciabica sul porto di Agropoli b&b, Hotel San Michele, Hotel Taverna dei Re, Hotel Mac Paestum, Hotel Savoy Beach, Hotel Royal, Hotel Ariston, Hotel Cerere, Hotel Esplanade, Hotel Excelsior, Hotel Minerva nella zona di Paestum-Capaccio.

E' dal 2007 che Andrea Anonimo veste anche i panni del cantastorie cilentano Farfaro' re Farfarie', maschera cilentana frutto della vivace fantasia dell'agenzia Publart-Eventi di Vallo della Lucania dei fratelli Agresti, per la manifestazione culturale itinerante "Cilento tracce tour". In seno alla Publart nascono le rievocazioni storiche del soggiorno di Giambattista Vico nel Cilento, precisamente a Vatolla, e dei moti rivoluzionari carbonari ottocenteschi di Cardile ad opera dei fratelli detti "martiri Riccio"; con la stessa agenzia il cantastorie, unito a un flautista e a un "tammorrista", interpreta con chitarra e voce un gemellaggio fra la canzone napoletana e quella cilentana, operazione che nel Cilento ottiene notevole riscontro soprattutto tributato da parte degli intellettuali del luogo. Il titolo dello spettacolo è: "Cilentana"Te voglio bbene assaje!"

A settembre 2008 Andrea Anonimo si esibisce alla Festa del Partito Democratico, a Pomigliano d'Arco, organizzata musicalmente da Enzo La Gatta, conquistando l'intera platea con la meravigliosa parentesi musicale di classico napoletano.
Ad ottobre 2008, accetta l'incarico dal Comune di Torchiara di esibirsi per il Presidente della Provincia di Salerno, Dott. Angelo Villani, presso il ristorante Arco Vecchio di Montecicerale.
Ad agosto 2009 partecipa alle selezioni per la festa di Piedigrotta 2009 a Napoli portando all'audizione un sua opera, testo e musica, dal titolo: "Canto per un eroe!", ispirato all'amore nato fra il patriota napoletano Carlo Pisacane e la sua amante Enrichetta di Lorenzo, canzone parte di un lavoro compositivo (12 brani testo e musica) interamente dedicato all'impresa del Pisacane del 1857 che culmino' con lo sbarco a Sapri nel Cilento e la successiva disfatta dei sovversivi capeggiati dal rivoluzionario napoletano.

Nell'ottobre 2009, Andrea Anonimo partecipa al provino per la trasmissione televisiva "Piedigrottissima in the world" registrata presso il teatro Bolivar di Napoli, partecipando poi come ospite fisso in tutte le 10 puntate andate in onda sul canale 929 di sky di TELE A+.
In duo o trio acustico con mandolino e tammorra, il cantastorie si diletta anche nell'antica e nobile arte della posteggia napoletana, occasione nelle quali il canto differisce dalla più morbida espressione microfonata per andare verso una espressione più tenorile e quindi più facilmente fruibile dalla platea accomodata ai tavoli.

Nell'aprile del 2010 il cantastorie napoletano partecipa alla "Giornata mondiale del libro" organizzata a Vietri sul mare dall'Associazione femminile Lisistrata. In una piazzetta tipica del borgo della costiera amalfitana il cantastorie racconta la sua storia: "Sott'o Sole "e Napule".

Nel giugno 2010 è chiamato a intrattenere gli ospiti della Marchesa De Stefano ad Agropoli e della famiglia Dentice di Accadia di Napoli presso l'agriturismo Seliano della Baronessa Bellelli di Capaccio.
Nel luglio 2010 presso l'Hotel Ristorante Paradiso a Napoli, Andrea Anonimo si esibisce per la delegazione giapponese della SOKA GAKKAI INTERNAZIONALE in visita in Italia: alla serata sono presenti gli ospiti giapponesi appartenenti alla SGI e ospiti giapponesi e italiani appartenenti all'IBISG, ovvero ISTITUTO BUDDISTA ITALIANO SOKA GAKKAI.

Nell'agosto 2010 accetta l'incarico dal Comune di Agropoli per musicare la serata della rassegna estiva all'anfiteatreo del castello medievale nel borgo antico di Agropoli.
Nello stesso periodo fino a metà settmbre 2010, esegue il suo spettacolo musicale "Sott'o Sole "e Napule" alla rassegna "Caffè Concerto", organizzata dal Bar Mediterraneo, in Piazza della Mercanzia nel centro storico ad Agropoli.